Edizioni Solfanelli

Catalogo



COLLANA

Classici del pensiero



L'AUTORE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

De sera numinis vindicta







Plutarco

DE SERA NUMINIS VINDICTA

Di come la giustizia divina
appaia a volte tardiva
Versione e note di Giancarlo Giuliani


De sera numinis vindicta

     Nato come teodicea e giustificazione della divinità dall’apparente ritardo nel comminare la giusta pena ai malvagi, il De sera numinis vindicta di Plutarco si colloca nel più ampio contesto del dibattito tardoantico sul tema del provvidenzialismo. A tale dibattito, l’opera contribuisce dando voce a una posizione che può considerarsi a buon diritto originale per il modo in cui rielabora le principali dottrine del tempo, dal casualismo epicureo che fa la sua apparizione fin dall'incipit al neoplatonismo dalle forti tinte stoiche che percorre carsicamente tutto il testo.
     Muovendosi sul doppio livello dell’etica della responsabilità individuale e del cosmo ordinato di cui ognuno rappresenta una pedina o un tassello, Plutarco descrive un vero e proprio itinerario iniziatico che il lettore attento potrà immaginare di percorrere a sua volta, elevandosi dal punto di vista individuale a quello a parte Dei, di una divinità onnisciente.
     È, questa consapevolezza, una vera e propria cura dell’anima, della quale peraltro Plutarco ammette l’immortalità, destinata a trasformare la filosofia e la giustizia, intesa nel suo senso più profondo, nella quintessenza del divino. E dell’umano che al divino aspira.




[ISBN-978-88-3305-242-7]

Pagg. 72 - € 8,00


Procedi all'acquisto


Iscriviti alla nostre