Edizioni Solfanelli

Catalogo



COLLANA

la Chimera



L'AUTORE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

L'incantesimo



BLOG

la Chimera







Enrico Annibale Butti

L'INCANTESIMO


A cura di Gianandrea de Antonellis


L'incantesimo

     «Combattere per un’idea, o sia pure per un sogno». Questo, in sintesi, il nucleo del romanzo L’incantesimo (1897) di Enrico Annibale Butti, a suo tempo famoso come Gabriele d’Annunzio, oggi ingiustamente dimenticato.
     E L’incantesimo è una sorta di ideale continuazione – calata nella vita quotidiana – del dannunziano Le vergini delle rocce (1896), con il tentativo di ripristinare un regime aristocratico, spazzando via i cascami dell’Italietta liberale fin de siècle.
     Seguendo le vicende e i pensieri di Aurelio Imberido, conte decaduto ma molto attivo, monarchico, elitario e fieramente antidemocratico (e ben conscio che «due di quei malviventi, purché sapessero scombiccherare il loro nome, pesavano più di lui sulla bilancia della Democrazia»), Butti riesce a realizzare un romanzo ideologico affascinante, che nel contempo è anche un vero capolavoro di introspezione psicologica, attento com’è a seguire tutti i moti dell’animo del protagonista.


[ISBN-978-88-7497-659-1]

Pagg. 288 - € 20,00





Ordini


Iscriviti alla nostre