Edizioni Solfanelli

Catalogo



COLLANA

Micromegas



L'AUTORE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

Il folle e la società

Il sé come se

In bilico tra filosofia e letteratura

La follia in scena

Morire altrimenti







Gianluca Corrado

LA FOLLIA IN SCENA




La follia in scena

     Forme di emancipazione dal logocentrismo, l’arte e la riflessione estetica sempre più si accreditano come espressioni di libertà del senso e di fabulizzazione della verità. E in quanto tali s’impegnano a mettere in luce il lato infondato del logos, abilitando in qualche modo la “follia” che lo costituisce.
     Traendo spunto da una commedia di Eduardo nella quale il protagonista – pazzo – si trova spaesato nella quotidianità “sana” dell’arte, dei doppi sensi, delle metafore, La follia in scena prende alla lettera la pretesa “folle” dell’estetizzazione della verità e tenta di confrontarla con la follia effettiva, quella incarnata appunto nei pazzi. Allora, però, emerge una precisa differenza tra follia con e senza le virgolette: divaricazione tra una visione – poetica e riflessiva – che resta utilmente all’interno dei codici logici e realistici, sia pure per relativizzarli, e una pratica esistenziale che sconvolge il logos nell’assenza di una coscienza riflessiva e di finalità derealizzanti. Ed è proprio con questa assenza che va cercato il confronto.
     Costellato da autori eterogenei come Barthes, Blanchot, Gadamer, Cassinelli, convocando temi quali il sogno e il gioco infantile, il volume rilegge quindi la celebre disputa, sottesa da Cartesio, tra Jacques Derrida e la storia della follia di Michel Foucault.




[ISBN-978-88-89756-47-8]

Pagg. 96 - € 8,00





Ordini


Iscriviti alla nostre